INTRO | Rassegna Stampa | Gallerie | PEC | FAQ | Moduli e Servizi | Contatti | Email | Area Riservata 
FONDAZIONE iMe ISTITUTO MEDITERRANEO DI EMATOLOGIA




Intervista a cura di Luca Attanasio'Un ematologo a servizio del mondo', intervista a Javid Gaziev, Responsabile Clinico, Fondazione IME.

Internazionale come l'IME,"Proprio come l'IME, rappresento il risultato dell'unione di vari contesti e culture e quindi aperto al mondo. Sono nato in Azerbaijan da madre russa e padre originario del Dagestan. Qui ci sono arrivato nel 1991 da Mosca, dove lavoravo presso l'Istituto Nazionale di Ematologia, per uno stage sui trapianti, grazie a una borsa di studio. Poi, dopo l'incontro col Professor Lucarelli a Pesaro, ho deciso che l'Italia e il lavoro di ematologo, sarebbero stati la mia nuova e definitiva condizione. Qui sono cresciuti i miei figli e qui ho realizzato il mio sogno.

L'eccellenza nei trapianti
Nel corso del G8 del 2001 fu richiesto all'Italia di inaugurare una scuola internazionale per trapianti. Con il Professor Lucarelli lavoravamo a Pesaro ... Continua...
'L'IME ha umanizzato il mio lavoro', intervista a Marco Andreani, biologo, direttore del laboratorio di immunogenetica, Fondazione IME.

Ricercare la compatibilitÓ paziente/donatore "L'immunogenetica Ŕ un ponte che collega l'immunologia e la genetica. Il nostro laboratorio ha come primo compito quello di identificare la compatibilitÓ tra donatori e pazienti che presentano patologie ematologiche tra cui, in particolare, emoglobinopatie quali la talassemia o l'anemia falciforme. Riceviamo 2000/2500 campioni l'anno ed eseguiamo 15mila test.
╚ nel laboratorio che si definisce la compatibilitÓ HLA(Human Leucocyte Antigen): il donatore viene ricercato in prima istanza all'interno della famiglia (25% probabilitÓ), in seconda battuta, qualora non si riscontrino compatibilitÓ familiari, ci si rivolge a banche dati nel mondo cui afferiscono individui che danno la disponibilitÓ a donare cellule staminali. Continua...

La Fondazione iMe

Nata su iniziativa del Ministero della Salute, del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dell'Economia e della Regione Lazio, la Fondazione IME opera per realizzare una rete sanitaria internazionale a favore di Paesi dove le malattie ematologiche rappresentano un diffuso problema sanitario e sociale, portando avanti un progetto internazionale di cura, formazione, ricerca e trasferimento di know-how nel campo delle malattie ematologiche e della talassemia in particolare.

Per i contenuti e il modello proposto, il Progetto Internazionale IME si presenta quindi non soltanto come un'iniziativa di cooperazione allo sviluppo in ambito solidaristico e sanitario, ma come importante strumento di politica estera del ôSistema Italiaö, proponendo un primato tutto italiano, come motore per la crescita e la qualificazione di strutture sanitarie straniere , in paesi gravemente afflitti da malattie ematologiche emergenti, anemia falciforme e talassemia.

IGIENE DELLE MANIMOBILITA SANITARIA
INTERNAZIONALE
ASSISTENZA SANITARIA
TRANSFRONTALIERA
PRECAUZIONI TRATTAMENTO
PAZIENTI CON SOSPETTA EBOLA


Iscriviti alla nostra newsletterCliccando sul tasto ISCRIVITI, autorizzi la Fondazione I.M.E. - Istituto Mediterraneo di Ematologia al trattamento dei tuoi dati personali e all'invio di materiale pubblicitario e/o informativo all'indirizzo di posta indicato, dichiarando di esserne il titolare.
Ti informiamo che i tuoi dati saranno trattati secondo il decreto legislativo 196 del 30 giugno 2003 e successive modifiche. Il responsabile del trattamento Ŕ Fondazione I.M.E. In qualsiasi momento potrai richiedere la cancellazione del tuo indirizzo dalla newsletter, previa comunicazione email all'indirizzo email: p.boriani@fondazioneime.org.
Inserisci la tua email e ti aggiorneremo sui nostri eventi.
  
Sede Legale: C.so Vittorio Emanuele II, 142 - 00186 - Roma
Tel. + 39 06 42049170 | Fax. + 39 06 42049179 | Email: ime@fondazioneime.org
Presidio Ospedaliero Policlinico Tor Vergata: Viale Oxford, 81 - 00133 -
Tel. + 39 06 20661300 | Fax. + 39 06 20661302